Un gesto gratuito che per noi vale tanto!
Il cav accoglie due servizio civiliste
Contattateci per info
Un luogo di relazioni con, per e tra mamme
Accogliere la Vita
..un atto d'Amore
Ascolto, condivisione e sostegno
Un numero verde e una chat per parlare della tua gravidanza inaspettata
La giornata per la Vita 2017
Laboratorio per bimbi

NEWS HOME

CONTATTI

 CENTRO di AIUTO alla VITA

Reggio Emilia 

Tel./Fax  0522.451197 - 346 9794520

dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13.

e.mail: info@cavreggioemilia.it

Per emergenze contattare 335 8790797

 COME RAGGIUNGERCI

 

CONVEGNO

 

MISSIONE ACCOGLIENZA: CONSAPEVOLI DELL’IDENTITA’, UNITI PER GENERARE FUTURO

Missione accoglienza: questo il titolo del convegno nazionale CAV che si è tenuto a fine ottobre a Bibione e al quale hanno partecipato le operatrici del Centro di Aiuto alla Vita di Reggio e alcune volontarie.  Il Convegno, durato  3 giorni, è stata un’occasione importante di confronto con i Centri di aiuto alla Vita in Italia. Oggi i CAV/SAV in Italia sono 347.   Si è respirata un’aria di entuasiasmo e di collaborazione: tanti i nuovi volontari sotto ai 40 anni, pronti a mettersi in gioco per arrivare con un messaggio di speranza ad altri giovani, anche usando anche linguaggi moderni, internet, twitter ,facebook.   Consapevoli della propria identità, delle proprie radici, ma anche desiderosi di generare un futuro migliore, dove si possa andare oltre “la cultura dello scarto” e dove ci possa essere spazio, come ci suggerisce Papa Francesco,  per il dialogo e la misericordia. Si è ricordata Madre Teresa, patrona del Movimento per la Vita, che ha saputo accogliere tutti, specie i più poveri tra i poveri e che ha avuto l’ardire di dire a tutto il mondo “Se questo bimbo non lo volete, datelo a me”.  

Abbiamo chiesto ad alcune volontarie di raccontarci come è stata per loro la partecipazione al convegno nazionale.

Per me andare  al Convegno nazionale è  stato importante, mi ha fatto sentire parte di una squadra composta  di tante persone provenienti da tutta Italia, legate da un obiettivo e un sentire comune. Mi sono sentita parte di un tutto, che lavora in rete.   Ho avuto l’occasione di ascoltare dottori ed esperti in neonatologia e terapie prenatali, di riflettere sull’ascolto, l’empatia e l’accoglienza. Ho sentito la necessità di fare squadra per generare futuro.

“ Mi ha colpita soprattutto la relazione del prof. Noia e del prof. Morandini. Ma anche il discorso di Casini mi ha commossa, mi ha fatto tornare indietro di quasi 40 anni, quando il Movimento per la Vita e il CAV erano ancora agli inizi della loro storia. Mi è piaciuto anche il film che ci hanno proposto: “Il figlio sospeso”: ha toccato in modo delicato tematiche molto attuali. Oggi sostenere la Vita in mezzo alla cultura dello scarto è difficile ma insieme si può sperare di farcela. E, se vi devo dire la verità, in questo convegno mi sono sentita accolta.”

 

Su questo sito usiamo i cookies per migliorare la tua navigazione
Cliccando su un qualsiasi link su questa pagina darai il consenso all'utilizzo dei cookies.