Attivare un progetto educativo personalizzato per ogni singola donna che accede al CAV significa prima di tutto sviluppare un percorso di crescita personale fatto di ascolto, accompagnamento, monitoraggio delle attività e condivisione responsabile dei progetti attuali e futuri, per far vivere alla mamma in autonomia e serenità il proprio cammino di maternità e vita.

PRENDERSI CURA DELLE MAMME

Nei colloqui con l’educatrice, ed eventualmente con la presidente del Centro, si costruisce insieme alla mamma un possibile percorso di accompagnamento e sostegno personalizzato che può prevedere diversi interventi e forme di sostegno tra cui:

  • Accompagnamento a visite mediche e visite domiciliari
  • Momento corredino
  • Sostegno psicologico alla gravidanza
  • Sportello Donne in ascolto
  • Spazio ostetriche
  • Progetti di sostegno materiale (progetto nascita, progetto primula, progetto gemma)
  • Progetto “Dall’attesa ai primi passi”

Mamme beneficiarie
Nel 2016 il CAV aveva incontrato 99 nuove mamme

  • 2017
  • 2018

2018

2017

Volontari impegnati

9

7

Ore totali volontari

534

621

Operatori impegnati

8

6

Ore totali operatori

1013

1080

Nel 2018 sono state impegnate 1547 ore complessive, mentre nel 2017 erano state 1701

Accesso diretto o tramite amici, servizi sociali, Caritas e parrocchie
Accoglienza. Primo colloquio
Progettazione educativa (equipe CAV, educatrice, psicologa e volontari)
Eventuale inserimento in attività di gruppo (con i volontari CAV) Eventuale attivazione della rete di sostegno (servizi sociali, parrocchie, Caritas)
Conclusione del percorso ed eventuale proposta di volontariato al CAV

Accompagnamento a visite mediche
e visite domiciliari

I volontari del CAV accompagnano le donne che ne fanno richiesta agli appuntamenti medici della gravidanza, del post parto, del pediatra o visitano le mamme nei periodi di ricovero o direttamente a casa, per condividere con loro momenti di confronto e amicizia.

N. 7 volontari impegnati per un totale di 22 ore
N. 5 operatori impegnati per un totale di 39 ore

2018

2017

2016

Mamme beneficiarie

23

32

37

Sostegno psicologico
alla gravidanza

Per le donne che ne fanno richiesta è possibile attivare gratuitamente un percorso di sostegno psicologico legato ai vissuti della gravidanza e della genitorialità. A questa attività si è dedicata una psicologa in collaborazione con il CAV, che ha incontrato: 7 mamme sono state incontrate per 71 ore di colloquio. Nel 2017 e nel 2016 erano state 6.

Momento corredino

È un incontro, al settimo mese di gravidanza, in cui le mamme in attesa hanno la possibilità di
preparare con le volontarie l’occorrente per l’arrivo del loro bambino e di organizzare il ricovero in
ospedale (vestitini, pannolini, il necessario per l’igiene della mamma e del bambino).
Oltre al sostegno materiale, questo è un momento di ascolto grazie al quale la donna può condividere emozioni, preoccupazioni, aspettative rispetto al parto a alla nascita del suo bambino.

Nel 2018 3 volontari per 18 ore e 5 operatori per 36 ore, hanno accompagnato 65 mamme beneficiarie

2018

2017

2016

Mamme beneficiarie

65

76

75

Spazio ostetriche

Grazie alla disponibilità di alcune ostetriche volontarie è stato possibile offrire alle mamme momenti individuali di colloquio, confronto e approfondimento durante la gravidanza e nel post-parto.
A questa attività nel 2018 si è dedicata solo una ostetrica volontaria (per un totale di 10 ore di volontariato) che ha incontrato 4 mamme in colloqui individuali e 14 mamme in incontri di gruppo.
Le altre due volontarie ostetriche si sono trasferite in altre città per motivi professionali ed hanno temporaneamente sospeso il servizio.

Progetti di sostegno materiale

Le donne in grave difficoltà economica possono essere sostenute dal CAV materialmente ed economicamente grazie all’attivazione di diversi progetti:

Progetto nascita

Prevede un sostegno mensile di prodotti per la cura e l’alimentazione del bambino (pannolini, vestiario, latte, pappe, omogeneizzati, farmaci) concordato in modo personalizzato con la mamma. Il progetto ha una durata minima di tre mesi fino al massimo di un anno.
Il progetto viene concordato ed eventualmente modificato in itinere grazie a colloqui di verifica con la donna.
Nel 2018 2 volontari per 179 ore e 5 operatori per 126 ore, hanno accompagnato 64 mamme beneficiarie.

2018

2017

2016

Mamme beneficiarie

64

41

28

Progetto Gemma

È un sostegno economico offerto alle mamme grazie al contributo di Fondazione Vita Nova: 160 euro mensili per 18 mesi per le donne che scelgono di portare avanti la gravidanza nonostante le difficoltà economiche, familiari e sociali. L’assegnazione del progetto è decisa da Fondazione Vita Nova dopo la presentazione da parte del CAV di una richiesta scritta.
Hanno beneficiato di questo sostegno 4 mamme.
Nel 2017 erano state 2 e 1 nel 2016.

Progetto Primula

Progetto locale, erogato direttamente dal CAV, che prevede la possibilità di sostenere economicamente le mamme.
Le richieste di aiuto vengono valutate dal Consiglio Direttivo, che esaminata la situazione e le risorse del territorio stabilisce il tipo di aiuto da erogare.
Nel 2018 sono state beneficiate 2 mamme.